Acqua Termale

Acqua termale e balneoterapia.

Le acque termali del bacino di Abano e Montegrotto appartengono alla categoria delle acque sotterranee profonde. La loro preziosa unicità nasce dal lungo viaggio che devono percorrere.

L'acqua proviene dai bacini incontaminati dei Monti Lessini, nelle Prealpi, e defluisce nel sottosuolo attraverso la roccia calcarea arrivando fino ad una profondità di 2000-3000 metri: viene trattenuta ad alta temperatura e a forte pressione per un percorso di circa 80 chilometri durante un periodo medio di 25/30 anni arricchendosi di sali minerali fino ad arrivare agli stabilimenti delle Terme Euganee dove sgorga alla temperatura di 87° C. La ricchezza di sostanze disciolte rende quest'acqua una risorsa termale unica al mondo, classificata  come "acqua salsobromoiodica ipertermale".

Lo straordinario valore terapeutico delle acque e dei fanghi di Abano e Montegrotto è dovuto anche alla severità delle norme che disciplinano l'estrazione termale, evitando l'utilizzo indiscriminato delle risorse e il loro depauperamento.

Nella pratica in vasca, il corpo viene immerso completamente in acqua termale ad una temperatura compresa fra i 36-38 °C, per un periodo di tempo di 15-20 minuti.

Dopo l'immersione ci si adagia su un lettino, avvolti da coperte per un periodo di circa 20 minuti, analogamente a quello che accade dopo il fango, per consentire la cosiddetta "reazione termale".

Il bagno termale, grazie alla pressione esercitata dall'acqua, è ideale per:

  • Articolazioni
  • sindromi dolorose
  • atrofie muscolari
  • traumi
  • fratture
  • interventi chirurgici

CICLO DI CURA CONSIGLIATO:

  • Per osteoartrosi ed altre forme degenerative: fangoterapia con o senza bagni (12 fanghi con o senza  12 bagni in 12 sedute)
  • Per reumatismi extra-articolari: balneo fangoterapia (12 fanghi e 12 bagni in 12 sedute)