Blog
Mostra a Padova: “L’Occhio in gioco. Percezione, impressioni e illusioni nell’arte”
24/11/2022
Fino al 26 febbraio 2023, a Palazzo del Monte di Pietà a Padova, un intrigante viaggio nelle illusioni visive dell’arte dal Medioevo alla Contemporaneità.

Questa mostra, camminando sul confine tra arte e scienza, tra colore e movimento, racconta l’inganno del colore, delle forme e del movimento.

Fino al 26 febbraio 2023, a Palazzo del Monte di Pietà a Padova, un intrigante viaggio nelle illusioni visive dell’arte dal Medioevo alla Contemporaneità.

L’occhio guarda, cattura, legge, ordina, compone. Ma può essere illuso, raggirato, imbrogliato.

E questa mostra, camminando sul confine tra arte e scienza, tra colore e movimento, racconta l’inganno del colore, delle forme e del movimento.

Gli studi di Goethe, del pittore romantico Runge e di Henry dialogheranno con le opere dei grandi maestri che hanno affrontato, ciascuno a proprio modo, il tema della percezione visiva, da Seurat a Kandinsky, da Klee a Boccioni.

Cavalcando un vorticoso alternarsi di strumenti scientifico-tecnologici e oggetti artistici, il visitatore scoprirà gli albori del cinema (dai fratelli Lumière a Man Ray) e della fotografia sperimentale (da Bragaglia a Muybridge).

Seguendo le impronte dei grandi protagonisti del secolo breve, da Calder a Munari, da Duchamp a Vasarely, il pubblico sarà invitato a considerare come, anche senza l’uso del colore, l’occhio umano può essere ingannato, e che il ritmo e la geometria, concetti all’apparenza così immutabili, possono distorcere e ridisegnare la realtà.

L’incursione nell’optical proseguirà nel mondo del costume, della moda e del design, arricchendo un percorso nel quale opere emblematiche come Bambina che corre sul balcone di Giacomo Balla o Grey Scramble di Frank Stella, affiancheranno curiosi strumenti destinati a descrivere immagini fugaci e sorprendenti.

La mostra invade la città

La mostra non si conclude all’interno di Palazzo del Monte di Pietà ma invade la città con cinque installazioni: una grande spirale di 5 metri troverà collocazione nel cortile antico del Bo; la configurazione circolare, affidata al contrasto di bianco e nero, induce a percepire uno spazio che simultaneamente si espande e contrae, suscitando nel pubblico un lieve senso di vertigine.

All’interno del Museo di Storia della Medicina di Padova (MUSME), sarà invece allestita un’opera grazie alla quale lo spettatore si troverà al cospetto della moltiplicazione variopinta della propria ombra, divenendo lui stesso protagonista dell’opera.

Infine, nella scenografica cornice dell’Orto Botanico di Padova saranno protagoniste le illusioni ottiche create attraverso tre opere.

Con il biglietto della mostra sarà possibile accedere al MUSME e all’Orto Botanico con tariffa ridotta e viceversa, i biglietti di ingresso alle suddette sedi consentiranno l’ingresso in mostra con biglietto ridotto; l’accesso al cortile antico del Bo è invece gratuito.

Articoli correlati
Arte
“Da Monet a Matisse. French Moderns, 1850-1950” in mostra a Padova
"Da Monet a Matisse. French Moderns" esplora il mondo dell'arte francese dal 1850 al 1950. Questa straordinaria esposizione, in scena a Palazzo Zabarella a Padova dal 16 dicembre 2023 al 12 maggio 2024, ci catapulta in uno dei secoli più affascinanti della storia artistica.
Territorio
Bere local: il vino dell’azienda vitivinicola Parco del Venda
I rilievi dei Colli Euganei, situati al centro del Veneto, rappresentano sin dall’antichità un habitat ideale per la coltivazione della vite e dell’olivo, caratterizzato dal clima mite e dall’origine vulcanica del terreno.
Territorio
Mangiare local: l’olio del Frantoio Evo del Borgo
Da sempre siamo sostenitori del mangiare e bere bene, con prodotti sani, genuini e, laddove possibile, provenienti dal nostro territorio.
Arte
Frida Khalo e Diego Rivera: a Padova una delle più intense storie d’amore nella storia dell’arte
Padova ospita fino al 4 giugno 2023 l’unica tappa italiana del tour mondiale di “Frida Kahlo e Diego Rivera”, la grande mostra che racconta i due artisti messicani, divenuti miti a livello planetario.
Arte
Una nuova mostra fotografica ad Abano Terme: Elliott Erwitt
Le sale del Museo Villa Bassi Rathgeb ospitano una grande retrospettiva dedicata a Elliott Erwitt, che vede in esposizione ben 154 fotografie vintage  e trenta scatti fotografici davvero iconici del suo lavoro.
Territorio
Tutankhamon sbarca a Padova e a Venezia
Nel centenario della scoperta della tomba del famoso faraone, due mostre ne celebrano la magia e il mistero.
Territorio
Godì, il nuovo Aperitivo dei Colli Euganei
Dall’idea di celebrare il rito dell’aperitivo unendolo alla grande tradizione enogastronomica dell’area collinare e termale euganea si è giunti alla creazione di questo nuovo cocktail.
Territorio
7 mete insolite a Venezia
Venezia, una delle città più affascinanti d’Italia, è facilmente e velocemente raggiungibile dal nostro hotel. La stazione “Terme Euganee” si trova a soli 1,5 km dal nostro hotel e in treno si arriva nel capoluogo della nostra regione in soli 40 minuti!  
Arte
Andy Warhol in mostra a Padova
“Andy Warhol. Icona Pop” a Padova dal 30 Settembre 2022 - 29 Gennaio 2023
Territorio
A Padova, gli affreschi del ‘300 diventano Patrimonio UNESCO
Il ciclo pittorico, inclusa la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto, entra nel World Heritage List.